Enel Green Power ed Enel in calo dopo l’ok all’integrazione

(Teleborsa) – Si muovono in ribasso i titoli energetici di Piazza Affari che seguono la debolezza dell’intero listino milanese. In particolare, scivolano le azioni Enel ed Enel Green Power, entrambe con un calo di oltre 2 punti percentuali, dopo che Enel ha presentato il piano industriale che prevede anche l’ok al progetto di integrazione con EGP, che di conseguenza verrà delistata. 

Il progetto di integrazione, sarà sottoposto alle assemblee straordinarie di Enel e di Enel Green Power, convocate per l’11 gennaio 2016.

Gli attuali azionisti di Enel Green Power riceveranno azioni di Enel di nuova emissione, con un rapporto di cambio di n. 0,486 azioni Enel per ciascuna azione EGP portata in concambio.

Enel prevede di realizzare un aumento cumulato dell’Ebitda di 7,2 miliardi di euro nel periodo 2015-2019 e una riduzione dei costi di 1,8 miliardi di euro. L’utile netto ordinario crescerà in media del 10% annuo con un target di 3 miliardi per il 2015, di 3,1 miliardi nel 2016 e di 3,4 miliardi nel 2017.

Enel Green Power ed Enel in calo dopo l’ok all’integrazion...