ENEA, Moneta: “Italia prima in UE per la lotta alla povertà energetica”

(Teleborsa) – ENEA ha presentato oggi il 7° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica (RAEE), che fa un punto sul raggiungimento degli obiettivi posti dall’UE e dalla SEN, mettendo in luce risultati ottenuti ed obiettivi ancora da raggiungere. Si è parlato anche degli Ecobonus e di quali risultati sono stati ottenuti. In occasione dell’evento, Teleborsa ha intervistato Roberto Moneta, direttore del Dipartimento Unità per l’Efficienza Energetica (DUEE) di ENEA.

L’UE ha posto obiettivi ambiziosi in termini di efficienza energetica. Quali sono ed a che punto è l’Italia?

“Gli obiettivi sono molto importanti e sono molto vicini a quelli che ha stabilito la SEN”, ha risposto Moneta, spiegando “per quanto riguarda l’efficienza energetica andiamo a 10 Mtep/anno al 2030“.  

“L’Italia dal punto di vista dell’efficienza energetica è messa piuttosto bene”, ha affermato l’esperto di ENEA, precisando “siamo messi bene per quanto riguarda l’industria, mentre per quanto riguarda gli edifici stiamo recuperando“.

“Credo che tutte le azioni che sono partite quest’anno – semplificazione, sismabonus ed ecobonus, cessione del credito allargata -siano un’azione molto importante”, ha affermato Moneta aggiungendo che alcuni esperti l’hanno definita come “la più importante operazione di contrasto alla povertà energetica che sia stata attivata in Europa”

Quali sono le sfide e gli ostacoli nel campo dell’attuazione del piano di efficienza energetica in Italia?

“Gli obiettivi sono sicuramente sfidanti e sono gli obiettivi della strategia Energetica nazionale (SEN)”, ha affermato Moneta, aggiungendo “credo che oggi emergerà dalla discussione, dalla tavola rotonda, quanto sia importante l’informazione“.

 “L’informazione e la semplificazione: credo che questo sia il lavoro da fare”, ha concluso. 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ENEA, Moneta: “Italia prima in UE per la lotta alla povertà ene...