Enea, ITER il magnete più sofisticato al mondo imbarcato nel porto della Spezia

(Teleborsa) – Si è concluso stamattina alle 7 il trasporto del gigantesco magnete superconduttore del peso di 120 tonnellate (quanto un Boeing 787) dallo stabilimento della Spezia di ASG Superconductors, dove è stato realizzato, al porto della città.

Il viaggio ora proseguirà per mare con destinazione finale Cadarache, nel sud della Francia, dove andrà a costituire il “cuore” di ITER, il reattore sperimentale di fusione nucleare che dovrà dimostrare la fattibilità di riprodurre sulla Terra la stessa reazione che alimenta il Sole e le stelle per ottenere un’energia inesauribile, sicura e pulita.

Questa enorme bobina (lunga 16 m, largo 9, alta 13) è stata progettata e realizzata interamente in Italia grazie alla collaborazione tra l’industria e la ricerca italiana con ENEA in prima linea.

Contiene speciali cavi superconduttori, realizzati in Italia dal consorzio ICAS (Italian Consortium for Applied Superconductivity) che è coordinato dall’ENEA e al quale partecipano altre aziende italiane come Criotec Impianti e TRATOS Cavi.

L’avvolgimento del conduttore e la produzione dell’intero magnete ha un valore totale di 158 milioni di euro assegnati da Fusion for Energy (F4E), l’organizzazione UE che ha gestito il contributo europeo a ITER

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Enea, ITER il magnete più sofisticato al mondo imbarcato nel porto de...