ENEA, a Roma il primo Festival del giornalismo ambientale

(Teleborsa) – Dare voce e visibilità all’informazione ambientale, ai nuovi scenari e alle sfide emergenti coinvolgendo protagonisti del mondo dei media, delle istituzioni, dell’economia e della ricerca. Questo l’obiettivo del primo Festival del giornalismo ambientale che si svolge da venerdì 6 a domenica 8 marzo al MAXXI di Roma su iniziativa del ministero dell’Ambiente ed Enea (Agenzia Nazionale per le nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo economico sostenibile), Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e Fima (Federazione Italiana dei Media Ambientali).

Oltre 100 esperti, divulgatori e giornalisti di 50 testate di carta stampata, radio, tv e web si confronteranno su opportunità e criticità, nuovi strumenti e percorsi, attraverso dibattiti, interventi in stile Ted, servizi giornalistici, dialoghi e documentari. Attesi il ministro dell’Ambiente Sergio Costa; i presidenti di Enea, Federico Testa, di Ispra, Stefano Laporta, di Fila, Roberto Giovannini, del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna; i direttori del Tg1 Giuseppe Carboni, dell’Ansa Luigi Contu, dell’Adnkronos Gian Marco Chiocci, di Sky Tg24 Giuseppe De Bellis, del Tg3 Giuseppina Paterniti e della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi Padre Enzo Fortunato; oltre a volti noti al grande pubblico come Donatella Bianchi, Tessa Gelisio, Luca Mercalli, Massimiliano Ossini, Valerio Rossi Albertini e Mario Tozzi.

“Riteniamo che la svolta verso il Green New Deal e la lotta ai cambiamenti climatici debba passare per alcuni temi principali come l’informazione e l’educazione ambientale. La corretta informazione deve essere sempre alla base delle decisioni politiche – ha affermato Costa –. Per questo abbiamo deciso di promuovere il Festival al quale sono stati invitati i giornalisti del settore, gli editori, ma anche docenti e soprattutto i giovani perché il pianeta lo salviamo solo se tutti diamo una mano”.

Il Festival si articola in quattro sessioni nelle quali si parlerà di informazione al grande pubblico; inchieste; nuovi media e rischio fake news; le emergenze clima e rifiuti; le opportunità dell’economia circolare e del Green new deal; innovazione tecnologica, smart city, fonti rinnovabili e mobilità sostenibile. La domenica è previsto un ampio coinvolgimento delle associazioni di settore. La partecipazione è libera previa registrazione sul sito Enea. I giornalisti possono iscriversi sulla Piattaforma Sigef.

“La sostenibilità economica, ambientale e sociale è al centro delle nostre attività di ricerca e di trasferimento dell’innovazione alle imprese, alle istituzioni e alla società civile – spiega Testa –. Il Festival nasce dalla volontà di sostenere un’informazione di qualità su queste tematiche strategiche per la vita e il futuro di noi tutti, nella consapevolezza del ruolo fondamentale dei media per informare e, allo stesso tempo, formare, far crescere e diffondere una cultura dell’ambiente e della sostenibilità per rispondere alle sfide che abbiamo davanti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ENEA, a Roma il primo Festival del giornalismo ambientale