ENAC, traffico estivo chiude con +3,8%. Focus su investimenti e competitività

(Teleborsa) – Nel settore del trasporto aereo, il traffico passeggeri è aumentato del 3,8% a luglio-agosto rispetto agli stessi mesi del 2017, una crescita omogenea che non riguarda solo i dati estivi, ma tutto l’anno, arrivando all‘incremento cumulato del 5,3% nel periodo gennaio – agosto 2018.

E’ quanto emerso dal bilancio della stagione estiva 2018, presentato oggi dal Presidente dell’ENAC, Vito Riggio, nel corso di un incontro con tutti gli operatori del settore. “La crescita è veramente tumultuosa nel mondo, ormai si sta consolidando questa cifra di quattro miliardi di passeggeri, che possono diventare otto rapidamente, con una quantità di ordini da parte delle compagnie aeree enorme e con una esigenza di infrastrutture che di fatto non viene soddisfatta“, ha sottolineato.

“Colgo l’occasione della presentazione del bilancio estivo per rinnovare l’invito a tutti gli operatori a investire nel settore per affrontare anche la crescita prevista nel prossimo futuro, senza penalizzare il cuore del sistema, il passeggero”, ha concluso il Presidente guardando più avanti nel futuro.

La stagione estiva era iniziata con alcuni problemi legati a scioperi internazionali, che hanno avuto ricadute anche sui nostri aeroporti e portato ad un aumento delle segnalazioni all’ENAC per ritardi e cancellazioni di voli. “Disservizi per lo più fisiologici dovuti all’aumento di traffico, oltre che alle cancellazioni causate dagli scioperi”, ha spiegato il Direttore generale Alessio Quaranta.

“Come oramai avviene da molti anni, al termine della stagione estiva, l’ENAC incontra gli operatori per analizzare le problematiche riscontrate e per pianificare gli eventuali correttivi”, ha commentato il manager, ricordando che “si tratta di un confronto proficuo per contribuire a fare sistema e a rendere più competitivo un settore nevralgico dell’economia che ha ulteriori potenzialità di sviluppo”.

Qualche numero

Nel periodo gennaio-agosto 2018 si è consolidato il trend positivo del traffico passeggeri (+5,3%) e la sostanziale stabilità del traffico cargo. merce + posta (+0,2% per 752.780 tonnellate.

Quanto ai diritti dei passeggeri, nel periodo gennaio-agosto 2018 l’ENAC ha ricevuto un totale di 3.070 segnalazioni relative alla violazione del Regolamento 261 del 2004 (negato imbarco, cancellazioni, ritardi) , con un incremento del 26% rispetto all’anno precedente. Le segnalazioni piàù numerose quelle per le cancellazioni (1.310) e ritardi in partenza (1.443). Il picco però si è registrato in estate (luglio e agosto), quando l’ENAC ha ricevuto 1.062 segnalazioni, con un incremento del 108% rispetto all’anno precedente (509 reclami).

Segnali di crescita degli investimenti: i primi mesi del 2018 hanno registrato un bilancio positivo delle immatricolazioni di aeromobili che fa intravedere l’avvio di una ripresa. E la crescita della flotta trasporto è accompagnata da una crescita di interesse da parte di soggetti esteri che portano attività aeronautiche in Italia. Anche la “Brexit” sta offrendo alcune opportunità di spostamento in Italia di imprese attualmente collocate nel Regno Unito.

ENAC, traffico estivo chiude con +3,8%. Focus su investimenti e c...