Emissioni diesel, Fiat Chrysler “contrariata” da decisione Stati Uniti

(Teleborsa) – Fiat Chrysler è “contrariata” dalla decisione delle autorità USA di avviare un’azione giudiziaria nei suoi confronti per violazione delle leggi sulle emissioni diesel. 

Lo fa sapere FCA US spiegando che “sta esaminando l’atto di citazione”, ma “intende difendersi on vigore” in particolare contro ogni accusa che la Società abbia adottato qualsivoglia disegno deliberatamente diretto ad installare impianti di manipolazione per aggirare i test sulle emissioni negli Stati Uniti.

FCA US, “collabora da mesi con la U.S. Environmental Protection Agency (EPA) e il California Air Resources Board (CARB), anche con approfonditi test dei veicoli, per chiarire questioni relative alla tecnologia di controllo delle emissioni utilizzata dalla Società nei modelli diesel Jeep® Grand Cherokee e Ram 1500 MY 2014-2016”.

Previa approvazione da parte dell’EPA e del CARB, FCA US “intende installare tali software di controllo delle emissioni aggiornati anche sui MY 2014-2016 dei modelli diesel Jeep Grand Cherokee and Ram 1500. FCA US ritiene che ciò risolverà le preoccupazioni delle autorità sulle calibrazioni del software di controllo delle emissioni di tali veicoli”.

Emissioni diesel, Fiat Chrysler “contrariata” da decisione Stati Uniti
Emissioni diesel, Fiat Chrysler “contrariata” da decisione...