Emirates, perdita da 6 miliardi di dollari nel 2020. La prima in oltre 30 anni

(Teleborsa) – A causa della pandemia, il gruppo Emirates ha annunciato oggi il suo primo bilancio di perdita in oltre 30 anni. La la compagnia aerea di bandiera di Dubai ha registrato una perdita di 22,1 miliardi di Dirham (6 miliardi di dollari) per l’esercizio chiuso il 31 marzo 2021, rispetto all’utile di 1,7 miliardi di Dirham (456 milioni di dollari) registrato lo scorso anno. I ricavi del gruppo sono stati pari a 35,6 miliardi di Dirham (9,7 miliardi di dollari), con una diminuzione del 66% rispetto ai risultati dello scorso anno.

I risultati, sottolinea la società, sono stati influenzati dagli oneri di svalutazione una tantum di 1,5 miliardi di Dirham sulle attività non finanziarie del gruppo. L’anno finanziario è terminato con un saldo di cassa di 19,8 miliardi di Dirham (5,4 miliardi di Dollari). La forza lavoro complessiva del gruppo si è ridotta del 31%, scendendo a 75.145 dipendenti.

“Nel corso dell’anno, ci siamo preoccupati principalmente della salute e del benessere del nostro personale e dei nostri clienti, del mantenimento dei flussi di cassa e del controllo dei costi, in modo da poter ripristinare le nostre attività in modo sicuro e sostenibile – ha commentato lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente e CEO di Emirates Airline – Emirates ha ottenuto un apporto di capitali pari a 11,3 miliardi di Dirham (3,1 miliardi di dollari) dal nostro azionista principale, il governo di Dubai, mentre dnata (la controllata che si occupa di servizi, ndr) ha potuto contare su diversi programmi di sostegno del settore e si è avvalsa di un contributo totale di circa 800 milioni di Dirham nel 2020-21″.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Emirates, perdita da 6 miliardi di dollari nel 2020. La prima in oltre...