Emergenza Covid, Inail conferma boom di contagi sul lavoro: sono 131 mila

(Teleborsa) – L’emergenza Covid e la nuova impennata dei contagi in autunno, durante la seconda ondata della pandemia, hanno fatto volare anche i contagi sul lavoro che hanno raggiunto quota 131 mila, dopo aver registrato un aumento piuttosto marcato a novembre (mese dei record) e dicembre. E’ quanto emerge dall’ultimo report mensile dell’Inail, secondo cui la maggior parte delle denunce (il 57,6%) si è concentrato nel trimestre ottobre-dicembre, per effetto della seconda ondata, più dura della prima.

Una situazione causata anche dalle scelte del governo, che non ha disposto un lockdown generalizzato, come a marzo-aprile, ma chiusure a carattere locale con il modello a colori. Ciò non ha chiaramente contribuito a limitare i contagi come in primavera, quando erano operative solo le attività essenziali.

Contagi impennano con seconda ondata

Dal report Inail si apprende che i contagi sul lavoro da Covid-19 “denunciati” sino al 31 dicembre sono stati 131.090, pari al 23,7% delle denunce di infortunio pervenute all’Istituto nel 2020 e al 6,2% dei contagiati nazionali totali comunicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss) alla stessa data.

Nel solo mese di dicembre si è registrato un incremento di 26.762 casi rispetto al mese di novembre (+25,7%), ma di questi solo 16.991 sono effettivamente riferiti a dicembre. Novembre è stato il mese peggiore dell’anno con un record negativo di quasi 36mila infezioni segnalate all’Istituto.

Oltre 75mila denunce, pari al 57,6% del totale, sono concentrate nel trimestre ottobre-dicembre contro le circa 50mila (38,5%) del trimestre marzo-maggio. I mesi estivi tra la prima e la seconda ondata erano trascorsi con una situazione sotto controllo e medie al di sotto dei mille casi mensili fra giugno ed agosto, prima della leggera risalita di settembre (poco più di 1.800 casi).

Il 69,6% dei contagiati sono donne, la cui quota nel mese di dicembre sale al 71,6%. L’età media dall’inizio dell’epidemia è di 46 anni per entrambi i sessi.

Più decessi durante la prima ondata

I morti sono 423, pari a circa un terzo del totale dei decessi denunciati all’Inail dall’inizio dell’anno, ma in questo caso è la prima ondata ad aver prodotto più decessi (il 79% del totale), mentre la percentuale è più bassa per la seconda ondata (18%). Si tratta in maggioranza di uomini (79%) e con un’età compresa tra i 50 e 64 anni (70,2%).

Sanità e infermieri fra i più colpiti

Rispetto alle attività produttive coinvolte dalla pandemia, un quarto dei decessi si registra nel settore della sanità e assistenza sociale (25,2%) – ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche e policlinici universitari, residenze per anziani e disabili – che registra anche il 68,8% delle denunce.

Fra i più colpiti infermieri, operatori socio-sanitari e medici. La tecnici della salute è più coinvolta dai contagi con il 38,7% delle denunce (in tre casi su quattro sono donne), l’82,2% delle quali relative a infermieri, e il 10% dei casi mortali codificati. Seguono gli operatori socio-sanitari con il 19,2% delle denunce (l’80,9% sono donne), i medici con il 9,2% (il 48,0% sono donne), gli operatori socio-assistenziali con il 7,4% (l’85,1% donne) e il personale non qualificato nei servizi sanitari (ausiliario, portantino, barelliere) con il 4,7% (tre su quattro sono donne).

Il Nord sul podio del Covid-19

L’analisi territoriale conferma che le denunce ricadono soprattutto nel Nord del Paese: il 47,5% nel Nord-Ovest (prima la Lombardia con il 28,4%), il 23% nel Nord-Est (Veneto 9,7%), il 13,8% al Centro (Lazio 5,6%), l’11,5% al Sud (Campania 5,4%) e il 4,2% nelle Isole (Sicilia 2,7%). Le province con il maggior numero di contagi da inizio pandemia sono Milano (11,1%), Torino (7,5%), Roma (4,5%), Napoli (3,8%), Brescia e Varese (2,8%), Genova e Verona (2,6%), Bergamo, Cuneo e Monza e Brianza (2,1%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Emergenza Covid, Inail conferma boom di contagi sul lavoro: sono 131 m...