EMA, Corte UE: presentati due ricorsi da Italia e Comune Milano

(Teleborsa) – La Corte di giustizia dell’Unione europea fa sapere che, sulla questione dell’assegnazione dell’EMA ad Amsterdam anziché a Milano, sono stati presentati due ricorsi per annullamento della decisione del Consiglio europeo.

Un ricorso è giunto davanti alla Corte Europea da parte dell’Italia, l’altro davanti al Tribunale UE da parte del Comune di Milano.

La scelta di ricorrere era stata anticipata dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, dopo che la nuova sede dell’agenzia europea per il farmaco, è stata assegnata ad Amsterdam, lo scorso mese di novembre, per un pugno di voti.

Sala ha riferito ieri di aver chiamato il premier Paolo Gentiloni, dopo l’allarme lanciato dallo stesso direttore dell’EMA, Guido Rasi, sull’inadeguatezza della sede proposta da Amsterdam. “Non ottimale” – ha detto il numero uno dell’agenzia – riferendosi allo spazio “temporaneo” proposto dalla capitale olandese in attesa della sede definitiva.

“Ho chiamato Gentiloni e gli ho detto: è il momento di essere aggressivi, facciamolo, proviamoci” – ha dichiarato il primo cittadino di Milano – ammettendo anche che “le possibilità di una riassegnazione della sede a Milano non sono altissime”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

EMA, Corte UE: presentati due ricorsi da Italia e Comune Milano