Elica, riorganizzazione aziendale mette a rischio 400 posti di lavoro

(Teleborsa) – Elica, società specializzata nella produzione di cappe aspiranti da cucina e quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha comunicato oggi ai sindacati il nuovo assetto organizzativo necessario per superare il momento difficile che sta attraversando l’azienda marchigiana, con potenziali esuberi per 400 persone.

La riorganizzazione, spiega la società in una nota, prevede per l’area Cooking Italia la trasformazione del sito produttivo di Mergo nell’hub alto di gamma, il trasferimento delle linee produttive a maggiore standardizzazione nello stabilimento di Jelcz-Laskowice in Polonia e l’integrazione nel plant di Mergo dell’attività oggi realizzata nel sito di Cerreto.

Tale riorganizzazione, che terrà conto delle attuali normative sul blocco dei licenziamenti nel settore manifatturiero, prevede un impatto occupazionale complessivo di circa 400 persone negli stabilimenti di Mergo e Cerreto. Questa “dolorosa scelta” servirà a salvaguardare la strategicità e la centralità dei siti di Fabriano e di Mergo e consentirà di mantenere il cuore e la testa del gruppo nelle Marche“, viene sottolineato.

Per giusticare la riorganizzazione, l’azienda ha spiegato che a partire dal 2016 ha investito in Italia circa 45 milioni di euro nella divisione Cooking registrando una perdita operativa complessiva di 21,5 milioni di euro solo negli ultimi cinque anni (nonostante il costante ricorso all’ammortizzatore sociale e la sottoscrizione di accordi condivisi con le organizzazioni sindacali).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Elica, riorganizzazione aziendale mette a rischio 400 posti di lavoro