Elezioni comunali: ballottaggi in tutte le grandi città. Ma dati del Viminale molto a rilento

(Teleborsa) – Prima gli exit poll e poi le proiezioni delle consultazioni elettorali, mentre i dati ufficiali dello spoglio diffusi dal Viminale procedono con grande lentezza, indicano saldamente in testa a Roma la candidata pentastellata Virginia Raggi con il 36,9% dei suffragi, secondo la rilevazione dell’Istituto Piepoli. Secondo Roberto Giachetti al 23% impegnato in testa a testa con Giorgia Meloni al 21,2%. Al candidato della coalizione del centro destra Alfio Marchini solo il 9,3 

A Milano candidati sostanzialmente alla pari ma con leggero vantaggio per l’ex commissario dell’Expo Giuseppe Sala al 41,4%, mentre Stefano Parisi segue a ruot con il 39,5% dei voti. Trionfo di De Magistris a Napoli, dove conquisterebbe il 42,5% dei suffragi, seguito a distanza da Gianni Lettieri al 24,1% e Valeria Valente 21,3%. A Bologna Virginio Merola è attestato al 38,7%, Lucia Borgonzoni al 21,7 e Bugani al 17,2%. A Torino: Piero Fassino 40,2% e Chiara Appendino 36,1%

L’affluenza è cresciuta lentamente nell’arco della giornata ed alla chiusura dei seggi si conferma in calo rispetto alle precedenti elezioni amministrative. Il Viminale ha pubblicato alle 23:00 il dato definito sull’affluenza che risulta essere 62,14%, in calo rispetto al 72,43% delle precedenti elezioni. Alle 12:00 i primi indicavano un’affluenza del 17,99%, salita alla rilevazione delle 19:00 al 46,01%. I dati del Ministero dell’Interno non tengono comunque conto della consultazione in corso nelle due regioni a statuto speciale in Friuli-Venezia Giulia e Sicilia, mentre sono invece presenti quelli della Sardegna. 

Oggi si votava l’elezione dei sindaci e consiglieri di 1.342 comuni nelle regioni a statuto ordinario, oltre a Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna che sono a statuto speciale. L’eventuale ballottaggio in caso in cui nessun candidato raggiunga la maggioranza assoluta si terrà domenica 19 giugno.

L’affluenza più elevata nel Lazio pari al 72,10%; quella più bassa in Basilicata con il 51,36%. A Roma ha votato il 69,85% degli aventi diritto (75,12% alle precedenti elezioni), a Torino il 66,31%, a Bologna il 59,86%, a Napoli il 71,69%, Cagliari 64,15% e a Milano 54,67%.

Fra i maggiori comuni in cui si vota vi sono 25 capoluoghi, in particolare Milano, Torino, Bologna, Roma, Napoli e Cagliari.

Complessivamente sono stati chiamati alle urne oltre 13 milioni di elettori, di cui oltre 6 milioni di uomini e quasi 7 milioni di donne. In particolare, nelle regioni a statuto ordinario, sono interessati 1.175 comuni e e oltre 12 milioni di elettori. 15.887 le sezioni elettorali allestite.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Elezioni comunali: ballottaggi in tutte le grandi città. Ma dati del ...