Elezioni: alle 12 l’affluenza è del 19,38%. Errori sulle schede elettorali, ritardi a Palermo e file a Roma

(Teleborsa) – Domenica di voto per oltre 46 milioni di italiani: alle 12 ha votato il 19.38% degli aventi diritto. Seggi aperti fino alle 23. 

AFFLUENZA IN CRESCITA – Lo dicono  i dati ufficiali forniti dal ministero dell’Interno. Il dato è più alto rispetto alle politiche del 2013 quando si registrò un’affluenza del 14,9% che però si svolse in due giorni e di poco meno di un punto più basso delle amministrative del 2016 al 20,1%.

Non è filato tutto liscio. Anzi. 

CAOS SCHEDE A PALERMO, DIVERSI SEGGI APRONO IN RITARDO – Le schede elettorali ristampate nella notte a Palermo a causa di un errore nella perimetrazione dei collegi Palermo 1 e Palermo 2 sono state distribuite in tutte le 200 sezioni interessate. Lo ha comunicato la Prefettura, dopo un riscontro effettuato con il Comune. Alcuni seggi hanno tuttavia aperto con ritardi che in alcuni casi hanno superato le due ore e mezzo, facendo registrare lunghe code

DISAGI ANCHE A ROMA – File molto lunghe anche a Roma, segnalate code in molte sezioni, dovute alle novità del voto, specialmente il tagliando antifrode che obbliga gli scrutatori prima a registrare ogni singola scheda per la Camera e per il Senato nel registro dei votanti e poi a strappare il tagliando dalle scheda prima di inserirla nell’urna. Le indicazioni sulle code vengono da vari quartieri, dalle zone centrali alla periferia.
 
VOTO ESTERO NEL CASO “E’ un inferno, il caos assoluto”: a Castelnuovo di Porto, dove pervengono le schede elettorali degli italiani all’estero, questa mattina le operazioni che precedono lo spoglio e che sarebbero dovute cominciare alle 11, sono ancora quasi bloccate. Gli scrutatori e i presidenti di seggio, come riporta Askanews, non riescono a raggiungere il centro polifunzionale della protezione civile a Castelnuovo di Porto, vicino ROma. “Ci sono ingorghi sulla Tiberina e anche dall’uscita del raccordo anulare che porta qui – racconta un presidente che è riuscito a raggiungere il Centro solo perché si era avviato per tempo questa mattina – uno scrutatore che sto aspettando è bloccato da un’ora sul ponte. Alcuni vorrebbero lasciare la macchina e venire a piedi, ma sono circa 5 chilometri”. “Molti scrutatori nominati e presidenti nominati se ne stanno andando perché impossibilitati a lavorare”, mentre si stanno cercando presidenti e scrutatori “supplenti”.

Elezioni: alle 12 l’affluenza è del 19,38%. Errori sulle schede...