EI Towers, i conti del 2017. Concluso buy-back

(Teleborsa) – Il bilancio 2017 di EI Towers si è chiuso con ricavi pari a Euro 262,9 milioni in crescita del 4,5% rispetto al 2016. 

L’Ebitda Adjusted si è attestato a Euro 133,6 milioni (50,8% sui ricavi caratteristici), in crescita dell’8,5%, con un incremento della marginalità sui ricavi di 180 punti base.

L’Ebitda ammonta a Euro 131,1 milioni, in crescita del 9,6% rispetto allo stesso dato dell’anno precedente (pari a Euro 119,6 milioni).

Il risultato operativo (EBIT) è pari a 90 milioni, con un’incidenza sui ricavi caratteristici del 34,2% ed in crescita di circa il 19,3% rispetto al dato riesposto del 2016 (pari a Euro 75,4 milioni).

L’utile netto dopo aver contabilizzato oneri finanziari netti per Euro 13,4 milioni ed imposte di competenza per Euro 22,2 milioni, si è attestato a Euro 54,4 milioni (20,7% dei ricavi caratteristici), in crescita di circa il 22,7% rispetto al 2016.

Al 31 dicembre 2017 la Posizione finanziaria netta è negativa per Euro 317,7 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione, in linea con la dividend policy approvata in data 26 luglio 2016, ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti, che si terrà il 23 aprile prossimo in unica convocazione, un dividendo di 2,05 Euro per azione, al lordo delle ritenute di legge, mediante distribuzione dell’intero utile di esercizio e di quota parte della riserva sovrapprezzo azioni. 

Outlook. La società per il 2018 stima il raggiungimento di un Ebitda Adjusted, in linea con quello del piano già presentato al mercato e con il consensus, ed il mantenimento di una leva finanziaria sostanzialmente il linea con quella di fine 2017, “tenuto conto delle operazioni di M&A ad oggi prevedibili e della proposta di distribuzione di dividendi”.

Concluso con successo il programma di Buy-Back: circa il 4,83% del capitale sociale è ora detenuto dalla società sotto forma di azioni proprie, in linea con l’obiettivo di riacquistare fino al 5% del capitale.

EI Towers, i conti del 2017. Concluso buy-back