Effetto yen e banche centrali sulle borse asiatiche

(Teleborsa) – Avvio di settimana in calo per le principali borse asiatiche dove la prudenza ha avuto la meglio sul sentiment degli investitori in vista delle riunioni di Bank of Japan e Federal Reserve, in programma nei prossimi giorni. 

L’indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso con un ribasso dello 0,76% a 17.439,30 punti penalizzato anche dal rafforzamento dello yen che ha pesato soprattutto sui titoli legati all’export. Il più ampio Topix ha ceduto lo 0,39% a finendo a 1.090,91 punti. 

Tra le borse cinesi: Shanghai arretra dello 0,26% e Shenzhen dello 0,22%. Deboli le altre borse asiatiche, con Seul che lima lo 0,05%, mentre Taiwan sale timidamente dello 0,29%.

Fra gli altri mercati che chiuderanno più tardi le contrattazioni, Hong Kong mostra un ribasso dello 0,42%, Singapore scivola dello 0,84% e Kuala Lumpur dello 0,31%. Giù anche Jakarta con un -0,68% mentre Bangkok sale appena dello 0,05%.

Effetto yen e banche centrali sulle borse asiatiche