Effetto greggio su Chesapeake Energy

(Teleborsa) – Seduta molto negativa per Chesapeake Energy, che perde terreno, mostrando una discesa del 7,86%. Il titolo reagisce sempre prontamente alle oscillazioni dei prezzi energetici e, anche oggi, crolla dietro le quotazioni del greggio, che sono tornate attorno ai 40 dollari al barile.

Comparando l’andamento del titolo con l’indice indice S&P-500, su base settimanale, si nota che Chesapeake Energy mantiene forza relativa positiva in confronto con l’indice, dimostrando un maggior apprezzamento da parte degli investitori rispetto all’indice stesso (performance settimanale +6,5%, rispetto a +1,39% dell’indice S&P-500).

Lo status tecnico di breve periodo di Chesapeake Energy mette in risalto un ampliamento della performance positiva della curva con prima area di resistenza individuata a quota 4,719 dollari USA. Rischio di eventuale correzione fino al target 4,274. Le attese sono per un aumento della trendline rialzista verso l’area di resistenza 5,164.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Effetto greggio su Chesapeake Energy