Effetto Fed sulle borse asiatiche

(Teleborsa) – Chiusura con segni misti per le principali borse d’estremo oriente, complice ancora il nervosismo per la situazione politica internazionale. Gli investitori si sono mossi con prudenza anche alla luce delle ultime novità giunte dal Beige Book della Federal Reserve, che ha segnalato un’economia in crescita. Ha deluso invece l’inflazione. 

A Tokyo, l’indice Nikkei ha terminato sulla linea di parità a 18.447,99 punti (+0,09%), mentre il più ampio Topix ha guadagnato appena lo 0,26% a 1.475,25 punti. Stessa impostazione positiva per Seul (+0,50%).

Più caute le borse cinesi, con Shanghai che arretra dello 0,37% e Shenzhen dello 0,48%. Giù anche Taiwan -0,08%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, Hong Kong sale dello 0,32%, Kuala Lumpur dello 0,13% e Singapore dello 0,12%. Frazionale la salita di Bangkok +0,36%. Altrove, Sydney avanza dello 0,17%, mentre Mumbay guadagna lo 0,32%. Debole la borsa di Jakarta (-0,10%) che ha riaperto le contrattazioni dopo la chiusura di ieri.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Effetto Fed sulle borse asiatiche