Effetto Cina anche su Wall Street, Opening Bell stonata

(Teleborsa) – Partenza in calo per la borsa di Wall Street, penalizzata, come le piazze del Vecchio Continente, dai dati negativi sull’export cinese che hanno confermato il rallentamento in atto dell’economia del Dragone. 

Gli investitori restano alla finestra, in attesa della riunione di politica monetaria della BCE in agenda giovedì prossimo e del FOMC della Fed in calendario la prossima settimana. In attesa del grande evento, restano cucite le bocche dei membri del comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Ieri, un intervento di due membri votanti – Stanley Fischer e Lael Brainard – non ha suggerito nulla riguardo le decisioni che saranno assunte. 

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones, scambia con un calo dello 0,23%, mentre, al contrario, incolore l’indice S&P-500, che continua la seduta a 2.002 punti, sui livelli della vigilia. In lieve ribasso il Nasdaq 100 (-0,59%); sui livelli della vigilia lo S&P 100 (-0,03%).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Effetto Cina anche su Wall Street, Opening Bell stonata