Editoria, la partita RCS entra nel vivo a colpi di rilancio

(Teleborsa) – Partita a colpi di rilancio per il Corriere della Sera ed il Corriere dello Sport.

L’ultimo atto della vicenda che riguarda il futuro delle due testate riguarda il via libera del CdA della holding capogruppo RCS Mediagroup all’OPA promossa dalla cordata che rappresenta i vecchi soci del gruppo editoriale. Stando alle voci, però, neanche l’altro contendente, il pubblicitario e proprietario dell’emittente La7, Urbano Cairo, intende lasciare il tavolo verde.

Il Board di RCS ha annunciato che il corrispettivo dell’OPA promossa dalla cordata Bonomi, recentemente rivisto al rialzo a 0,8 euro, “è congruo” anche se si colloca sulla parte bassa del range giudicato congruo dagli esperti (0,80-1,1 euro) e risulta inferiore al prezzo determinato con il metodo Dcf e’ pari a 0,95 euro.

Fra gli elementi graditi al CdA c’è il pagamento in denaro del corrispettivo, ma anche la decisione dei soci di (Della Valle, Mediobanca, Unipol, Pirelli) di rinunciare alla condizione sul rimborso dei finanziamenti, eliminando un profilo di incertezza in merito all’efficacia dell’OPA.

Frattanto, la chiusura del titolo in Borsa a 0,8135 euro, sopra il prezzo dell’OPA, lascia intendere che il mercato ha “fiutato” un rilancio anche dall’altro contendente. E’ atteso ora un ulteriore rilancio dell’OPS promossa da Cairo a 67,2 centesimi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Editoria, la partita RCS entra nel vivo a colpi di rilancio