Edison migliora guidance dopo risultati 9 mesi

(Teleborsa) – Edison chiude i primi nove mesi con una perdita netta di 78 milioni di euro rispetto al rosso di 373 milioni di euro dello stesso periodo del 2019. Tale risultato – spiega una nota – include la perdita netta per 170 milioni di euro, determinata dalle attività E&P oggetto di dismissione.

Il margine operativo lordo è cresciuto del 7% a 511 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2019, grazie principalmente al contributo delle rinnovabili e, in particolare, alla produzione idroelettrica ed eolica che ha bilanciato sia il minor contributo della generazione termoelettrica sia la contrazione dei volumi downstream, soprattutto per effetto del lockdown.

L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2020 si attesta a 645 milioni di euro da 516 milioni di euro al 31 dicembre 2019. Edison mantiene un solido profilo economico e finanziario e può attingere a importanti riserve di liquidità per supportare sia le esigenze operative sia i piani di sviluppo del business.

Nonostante la crisi economica determinata dal Covid-19 che ha avuto un impatto negativo stimato in 63 milioni di euro sull’Ebitda del periodo, “il risultato netto da Continuing Operations, ossia escludendo le attività in dismissione dell’E&P, si attesta a 102 milioni di euro (147 milioni di euro nello stesso periodo del 2019)”.

Outlook
La previsione per l’Ebitda 2020 elaborata prima dell’emergenza Covid-19, compresa in un intervallo tra 560 e 620 milioni di euro, “è rivista in rialzo tra 585 e 635 milioni di euro grazie alla positiva performance industriale registrata nel periodo malgrado gli effetti della pandemia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Edison migliora guidance dopo risultati 9 mesi