Edilizia USA, lieve calo della fiducia dei costruttori

(Teleborsa) – Scende la fiducia del settore immobiliare USA, sintetizzata dall’indice NAHB. Ad aprile il dato è sceso a 69 punti dai 70 del mese precedente. Il dato è inferiore alle attese del mercato che erano per una salita fino a 71 punti.

L’indicatore, elaborato dalla National Association of Home Builders (NAHB), rappresenta un quadro sintetico delle aspettative di vendita dei costruttori nel presente e nell’arco dei prossimi sei mesi: una lettura inferiore a 50 mostra una prevalenza di giudizi negativi, mentre un livello superiore indica maggiore ottimismo.

“La forte domanda di abitazioni sta mantenendo i costruttori ottimisti riguardo alle future condizioni di mercato” – ha dichiarato il presidente di NAHB Randy Noel –. “Tuttavia, i costruttori si trovano di fronte a vincoli sul lato dell’offerta, come la mancanza di lotti costruibili e l’aumento dei costi dei materiali da costruzione. Le tariffe applicate al legname canadese e ad altri prodotti importati stanno facendo salire i prezzi e danneggiano l’accessibilità delle abitazioni”.

“I continui guadagni occupazionali, salari crescenti e dati demografici favorevoli dovrebbero stimolare la domanda di case unifamiliari nei prossimi mesi” – ha aggiunto il capo economista di NAHB Robert Dietz –. “Il lieve calo della fiducia dei costruttori in questo mese è probabilmente dovuto agli effetti del clima invernale, che potrebbe rallentare l’attività abitativa in alcune zone del paese. Mentre ci dirigiamo verso la stagione degli acquisti primaverili, prevediamo che il mercato continui a ottenere guadagni a un ritmo graduale”.

Per quanto riguarda le singole componenti dell’indice, quello sulle vendite attuali è diminuito a 75 punti, quello relativo alle vendite dei prossimi sei mesi è sceso a 77 punti, mentre l’indice rappresentativo del traffico dei possibili acquirenti è stabile a 51 punti.

Edilizia USA, lieve calo della fiducia dei costruttori