Edilizia residenziale sociale, Cancelleri: 250 milioni per sostenere fasce sociali più deboli

(Teleborsa) – Con il Decreto interministeriale del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, è stata definita la procedura di accesso ai fondi di edilizia convenzionata/agevolata gestiti da Cassa Depositi e Prestiti ed è stato approvato l’elenco dei progetti ammessi tra quelli proposti dalle Regioni.


“Si tratta di complessivi 250 milioni di euro, una risposta estremamente significativa, soprattutto se si considera la condizione di disagio, aggravata anche dalla pandemia, delle categorie più deboli. Risorse che serviranno infatti per sostenere i nuclei familiari a basso reddito, anche monoparentali o monoreddito, giovani coppie a basso reddito, anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate, soggetti sottoposti a procedure esecutive di rilascio, tutti gli altri soggetti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 1 della legge 8 febbraio 2007 n. 9, e immigrati regolari a basso reddito” – ha commentato il Sottosegretario alle Infrastrutture, con delega per l’edilizia statale e abitativa, Giancarlo Cancelleri.

“Gli interventi di edilizia sociale che saranno finanziati avranno caratteristiche di alta sostenibilità e dovranno rispondere ai criteri di efficientamento energetico degli edifici, secondo i requisiti richiesti per gli “edifici a energia quasi zero” e “consumo di suolo zero” e dovranno essere finalizzati a innescare processi complessivi di qualità e di coesione sociale in quegli ambiti particolarmente degradati o interessati da processi di trasformazione verso il degrado” – ha concluso il Sottosegretario.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Edilizia residenziale sociale, Cancelleri: 250 milioni per sostenere f...