Edilizia, permessi in frenata a novembre ma mercato resta al top da 5 anni

(Teleborsa) – Segnali di frenata dal mercato delle costruzioni anche se si conferma al top degli ultimi cinque anni.

L’ultimo rapporto dell’Istat sui permessi per costruire evidenziano per il secondo trimestre 2018 una frenata dei permessi nel residenziale del 2% anche se aumentala superficie abitabile (+0,4%).

Peggio fa il segmento non residenziale, che evidenzia una forte contrazione del 18,6%, confrontandosi tuttavia con il livello destagionalizzato particolarmente elevato raggiunto nel primo trimestre.

Questi dati collocano dunque la stima del numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali poco al di sotto della soglia delle 13mila unità, mentre la superficie non residenziale pur perdendo quasi 0,8 milioni di mq nel trimestre, rimane su livelli relativamente elevati. La superficie utile abitabile, con 1,17 milioni di metri quadri, mantiene nel secondo trimestre 2018 un livello quasi invariato rispetto a quello del trimestre precedente.

Confermata la crescita su anno e ai massimi da 5 anni

Peraltro, i livelli raggiunti dal numero delle abitazioni e dalla superficie utile abitabile, al netto della stagionalità, continuano ad essere i più elevati degli ultimi cinque anni.

Fra l’altro, in termini tendenziali, c’è una forte crescita del numero di abitazioni rilevata per i nuovi fabbricati (+1,3%); un analogo andamento caratterizza la superficie utile abitabile (+5,1%).

L’edilizia non residenziale continua, nel secondo trimestre 2018, ad essere caratterizzata da una crescita tendenziale molto robusta (+24,9%), ma in decelerazione rispetto a quella del primo trimestre.

Edilizia, permessi in frenata a novembre ma mercato resta al top da 5&...