eCommerce, l’Antitrust multa Techmania per pratiche “scorrette” nelle vendite

(Teleborsa) – L’Antitrust ha inflitto una sanzione di 400 mila euro alla società Techmania, a conclusione di un procedimento avviato in base a numerose segnalazioni dei consumatori, che lamentavano comportamenti “scorretti” nelle vendite on line sul sito della società.

Attraverso il web, l’operatore offriva diversi prodotti tecnologici, in particolare smartphone, tablet, personal computer e televisori, indicati come già disponibili, a cui però non seguivano la spedizione e l’effettiva consegna ai consumatori. Successivamente, ai clienti venivano opposte difficoltà di varia natura: prima in merito ai reali tempi di consegna dei beni e poi in ordine alla restituzione dell’importo pagato dopo la risoluzione del contratto.

Il provvedimento finale dell’Autorità per la concorrenza è stato assunto dopo una prima misura cautelare, che ordinava alla società di vendere solo beni che fossero nella sua effettiva disponibilità. Questa a sua volta era stata adottata in base alle ispezioni del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, dalle quali emergevano percentuali molto alte di ordini annullati e per i quali i consumatori non avevano ricevuto il rimborso loro spettante.

Questo – sottolinea l’authority – è in ordine di tempo l’ultimo di sette procedimenti già conclusi nel 2015, nei confronti di diversi operatori di e-commerce, che hanno portato all’irrogazione di sanzioni pari complessivamente a 970 mila euro. Altri quattro procedimenti sono tuttora in corso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

eCommerce, l’Antitrust multa Techmania per pratiche “scorr...