eCommerce come opportunità o minaccia? Le PMI sono divise

(Teleborsa) – L’eCommerce non viene guardato da tutti con favore, anche se è un mercato dalle altissime potenzialità: nel 2015 l’e-commerce italiano ha raggiunto i 7,2 miliardi di euro ed i  “web shoppers” sfiorano i 17 milioni. A favorire la crescita anche la recente normativa sui pagamenti elettronici. In particolare, restano divise le piccole e medie imprese, che hanno opinioni diverse al riguardo. 

Secondo l’ultimo sondaggio di Confesercenti-SWG e Politercnico di Milano, solo il 12% già vende anche su Internet, il 38% prevede di farlo, mentre il 42% non è interessata nemmeno in futuro.  

Quanto alle opinioni, la maggioranza (il 55%) degli imprenditori vede nelle vendite online un’opportunità di crescita per tutte le imprese, ma quasi uno su tre (il 31%) teme che l’e-commerce, a lungo andare, farà scomparire la rete commerciale tradizionale.

Per questo, il 48% ritiene che per sopravvivere, le imprese commerciali dovranno abbracciare l’e-commerce, ed una quota identica pensa che i social network siano il canale dove investire per la promozione della propria attività.

L’indagine ha offerto molti spunti alla confederazione che rappresenta i commercianti, la quale sottolinea che “un’alternativa più realistica ed efficace potrebbe essere, invece, la trasformazione dell’attuale rete in multicanalità”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

eCommerce come opportunità o minaccia? Le PMI sono divise