eBay accusa Amazon: “Pratiche illegali per rubarci i venditori”

Due colossi a confronto: le pesanti accuse di eBay contro Amazon continuano senza sosta

Lo shopping on line è la grande innovazione dei nostri tempi, nell’era in cui tutto va di fretta e non si ha tempo di girare per negozi.

Gli e-commerce sono diventati talmente tanti e così ben forniti che per molti è più piacevole fare le proprie spese comodamente da casa, attraverso il proprio pc o lo smartphone. Per non parlare dell’attesa impaziente del corriere e della gioia infinita che si prova quando l’incaricato si presenta finalmente alla nostra porta per la consegna.

Lo scenario presenta però anche tante rivalità tra le grandi forze di questo mondo. Chi non conosce Amazon e non vi ha mai fatto acquisti? O ancora eBay, dove è possibile partecipare anche ad aste per aggiudicarsi i prodotti, o Walmart? Le recenti vicende vedono quest’ultima sfidare a denti stretti Amazon, acquistando la start up Eloquii, che si occupa dell’abbigliamento per taglie forti, cercando di rafforzarsi quindi nel segmento della moda, puntando su un mercato di nicchia.

Altra notizia che ci arriva è quella dell’accusa da parte di eBay nei confronti di Amazon: la prima sostiene infatti che il colosso di Jeff Bezos continui a portare avanti delle pratiche illegali volte a far propria una grande fetta di venditori presenti sulla sua piattaforma. Questa denuncia non è nuova, e arriva proprio nel momento in cui Bezos viene nominato l’uomo più ricco d’America, con una disponibilità di denaro tale da fare invidia anche a Paperon de’ Paperoni (ammonta a circa 100 miliardi di dollari, il suo patrimonio), e poco dopo il suo annuncio dell’aumento dei salari per ogni dipendente americano e inglese.

Il caso che abbiamo citato prima, invece, quello di Walmart che vuole arrivare al segmento di mercato a cui punta Eloquii, le donne con le taglie forti, vale 21 miliardi di dollari, ma forse non è la scelta migliore. C’è da dire che questo altro grande nome nel mondo dell’e-commerce vuole farsi strada differenziandosi in qualche modo da Amazon, cercando di attirare i più giovani o anche delle particolari fasce di mercato.

Tornando alle accuse mosse da eBay, diciamo che quest’ultima continua imperterrita a sostenere che Amazon rubi i venditori della sua piattaforma, e tra l’altro in maniera del tutto illegale. Secondo quanto dichiara, infatti, sembra che alcuni rappresentanti delle vendite di Amazon abbiano contattato direttamente i venditori di eBay per convincerli a spostarsi su Amazon; Jeff Bezos si sta ovviamente muovendo per indagare su queste accuse.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

eBay accusa Amazon: “Pratiche illegali per rubarci i venditori&#...