EasyJet si cautela dalla Brexit: nasce EasyJet Europe

(Teleborsa) – Le trattative per la Brexit sono ancora in corso fra Londra e Bruxelles, ma la big low cost britannica EasyJet si cautela dalle possibili ripercussioni di un accordo con molti limiti e apre una società con sede a Vienna e “passaporto” europeo.

Nasce EasyJet Europe,  la cui sede sarà appunto nella capitale austriaca, con l’intenzione di richiedere il Certificato di Operatore Aereo (CAO) all’Austro Control ed e al Ministero Federale per i Trasporti, Innovazione e Technologia Austriaco (BMVIT). L’autorizzazione dovrebbe arrivare in breve tempo e consentire a easyJet di poter operare sui cieli europei a prescindere dalla Brexit. 

Attualmente, la compagnia di volo britannica aveva solo certificati di volo britannici e svizzeri, non anche quello europeo, che permetterà al vettore di poter operare i suoi voli in Europa come un tempo. 

Con la nascita di EasyJet Europe, la holding britanica, quotata alla Borsa di Londra, diventa un vettore pan-europeo con tre società distinte – una in Svizzera, una in Austria ed una in Regno Unito – tutte controllate da easyJet Plc.

EasyJet si cautela dalla Brexit: nasce EasyJet Europe