EasyJet, prevede perdita 1° semestre inferiore a 2019 e sufficiente liquidità

(Teleborsa) – Rassicurazioni arrivano dalla low cost britannica easyJet, che prevede una perdita inferiore quest’anno ed una liquidità sufficiente a fronteggiare il lungo fermo della propria flotta, dovuto all’epidemia di Covid-19. Le sue azioni quotate a Londra infatti fanno un balzo del 2,35% grazie a queste indicazioni.

Per la fine del 1° semestre 2020, la compagnia attende una perdita compresa fra 185 e 205 milioni di sterline, che rappresenta comunque un miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2019 quando aveva rilevato un rosso di 275 milioni. Un risultato che – spiega l’Ad Johan Lundgren – beneficia della “performance molto forte registrata prima dell’impatto del coronavirus”.

Il numero uno di easyJet annuncia poi che la compagnia ha “liquidità sufficiente per far fronte a un eventuale lungo fermo della flotta”, avendo lanciato una “serie di iniziative” volte a limitare le uscite di cassa e contenere i costi, compresa la messa a terra dell’intera flotta ed il rinvio della consegna di 24 aerei. Queste azioni consentiranno a easyJet di ridurre di oltre 1 miliardo di sterline il flusso di cassa in uscita nei prossimi tre anni e si aggiungono ad un finanziamento di quasi 2 miliardi di sterline ottenuto dalla compagnia.

“Rimaniamo concentrati sul fare ciò che è giusto per l’azienda per la sua salute nel lungo termine e per garantirci una buona posizione per riprendere a volare quando la pandemia sarà finita”, ha assicurato il numero uno Lundgren.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

EasyJet, prevede perdita 1° semestre inferiore a 2019 e sufficiente l...