E’ polemica sui sacchetti bio obbligatori per frutta e verdura

(Teleborsa) – Non si fermano le polemiche sui sacchetti bio. 

Come noto, dal 1° gennaio del 2018 è entrata in vigore la legge che impone di usare sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa. Legge che, secondo le stime, dovrebbe costare alle famiglie tra i 4 e i 12 euro l’anno.

Quello che i consumatori chiedono maggiormente è di poter riutilizzare i sacchetti – il cui costo si aggira tra i 0,01 e i 0,03 euro – ma il Ministero dell’Ambiente è stato categorico: per motivi igienici non sarà possibile portarsi da casa le buste.

Da qui alla “rivolta” sui social il passo è stato breve: molti consumatori hanno postato foto in cui si aggira la norma, per esempio attaccando gli scontrini direttamente sui prodotti. “Fatta la legge, trovato l’inganno”, il commento più immediato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

E’ polemica sui sacchetti bio obbligatori per frutta e verdura