E.On chiude i conti con utili in crescita grazie all’accordo con Gazprom

(Teleborsa) – La compagnia energetica tedesca E.On chiude il primo trimestre con risultati in linea con le aspettative, beneficiando della revisione dei contratti di lungo termine in essere con la russa Gazprom, che ha prodotto un effetto positivo non ricorrente. Il 2015 si era chiuso con una maxi perdita.

Il periodo chiude con un utile in aumento a 1,17 miliardi di euro, dagli 1,06 miliardi dell’anno prima, mentre l’EBITDA è salito a 3,1 miliardi dai 2,9 miliardi dell’anno prima, grazie ai 600 milioni garantiti dalla revisione dei contratti.

E.On, come altre utilities, è stata colpita da un crollo dei prezzi all’ingrosso dell’energia, causati dall’eccesso di offerta delle rinnovabili e dalla caduta delle quotazioni delle commodities. “I nostri risultati per il primo trimestre indicano che parte del nostro business tradizionale rimane sotto pressione, ha detto il CFO Michael Sen, citando i vantaggi della pianificata scissione delle sue attività. 

E.On ha poi confermato le previsioni per il 2016, che erano state alzate per tener conto dell’accordo con Gazprom: EBITDA adjusted a 6,4-6,9 miliardi e utile a 1,5-1,9 miliardi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

E.On chiude i conti con utili in crescita grazie all’accordo con...