E’ boom del M&A nel 1° trimestre: effetto liquidità e uscita da crisi

(Teleborsa) – E’ boom per le operazioni M&A a livello globale, grazie alla pioggia di liquidità che sta affluendo alle imprese, ma soprattutto alle prospettive di ripresa economica post pandemia. Nel corso del primo trimestre 2021, le operazioni di fusione ed acquisizione nel mondo hanno raggiunto un valore di 178 miliardi di dollari, registrando una forte crescita del 28% rispetto allo stesso trimestre del 2020, condizionato in parte dalla pandemia, ma in aumento dell’11% anche sul 2019, anno che non scontava gli eventi pandemici. Il numero si attesta poco sotto le 1.700 operazioni totali, in linea con il primo trimestre 2020, ma cresce molto il valore economico delle transazioni.

E’ quanto rilevato dal Report Horizon della società di ricerca e consulenza BDO, secondo cui questo testimonia la disponibilità di liquidità presente sul mercato da utilizzare per operazioni M&A, che permette anche di elaborare previsioni ottimistiche anche per il prosieguo dell’anno. “Il primo trimestre dell’anno ha fatto registrare significativi incrementi del valore delle operazioni M&A a livello globale e, in particolare, l’attività di private equity ha raggiunto livelli mai registrati prima”, commenta Stefano Variano, Partner Advisory di BDO Italia.

Prendendo in rassegna i diversi settori, il confronto con il primo trimestre 2020 mette in evidenza un aumento dell’attività nei comparti dell’Energy, Mining & Utilities, Real Estate e Technology & Media, mentre solo i settori Business Services e Consumer hanno registrato una flessione.

Per quanto riguarda le aree geografiche, si evidenzia un aumento del numero di deal rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno nei Paesi scandinavi, nel Medio Oriente e in Israele, mentre le flessioni maggiori si sono registrate in Giappone, Sud Europa, India e Sud est asiatico.

Il private equity, per la prima volta dal 2008, ha rappresentato un terzo delle transazioni totali, per un valore di circa 54 miliardi di dollari. Le prospettive per i prossimi mesi vedono la maggior parte delle attività concentrarsi nel settore Technology & media, seguito da quello Manifatturiero & chimico, dei Servizi finanziari e Farmaceutico & Biotech.

Le previsioni per il 2021 risultano ottimistiche e suggeriscono una crescita del mercato M&A a livello globale, anche grazie alla capacità mostrata dal mercato di adattarsi ai meccanismi di restrizioni e allentamenti dovuti all’evolversi della pandemia nei vari Paesi del mondo.

(Foto: © macgyverhh/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

E’ boom del M&A nel 1° trimestre: effetto liquidità e usci...