Droni italiani in crescita e in evoluzione

(Teleborsa) – Segnali di vitalità e rifocalizzazione giungono dall’industria dei droni, che si dimostra attrattiva e vitale grazie a nuove società, alla riduzione delle aziende produttrici, al raddoppio di quelle consumer, all’aumento medio degli addetti e a un business ormai vicino ai livelli record del 2013, preregolamento, nonostante il sentiment contrastato da parte di alcuni osservatori. È quanto emerge dall'”Osservatorio sull’industria dei droni”, realizzato da Doxa Marketing Advice e da Mirumir, la società organizzatrice di Dronitaly, la fiera italiana dei droni che aprirà i battenti questo venerdì 30 settembre nella nuova cornice di ModenaFiere.

L’indagine, giunta alla sua seconda edizione, è stata realizzata su un campione rappresentativo di oltre cinquanta aziende, e, a oggi, rappresenta la “fotografia” del settore più attendibile nel Paese. Secondo Massimo Sumberesi, a capo del dipartimento Doxa Marketing Advice responsabile dell’Osservatorio, “continuano a nascere nuove società (+10% rispetto al 2015), con un fatturato medio delle aziende superiore alle previsioni. Per l’anno in corso si stima una crescita ulteriore, che potrebbe portare la dimensione del business molto vicina ai livelli record di 3 anni fa, con ricadute positive anche dal punto di vista occupazionale. Su questo aspetto vale la pena di segnalare che nel 2016 il numero medio di addetti per azienda potrebbe crescere di 2 unità a confronto con quanto previsto lo scorso anno. Tra i mercati esteri più interessanti per quanto attiene allo sviluppo del business, ci sono USA, Canada, America Latina e Cina”.

Droni italiani in crescita e in evoluzione
Droni italiani in crescita e in evoluzione