Droni, arrivano in Italia i robot marini e subacquei

(Teleborsa) – Sbarcano anche in Italia i droni del mare dopo il boom di quelli aerei. Si tratta di vari tipi di droni per il controllo delle acque e per il monitoraggio delle strutture subacquee, sistemi robotici per l’esplorazione delle profondità marine e delle aree archeologiche sommerse ed anche imbarcazioni senza equipaggio per il soccorso in mare o il trasporto di merci.

Dopo il boom dei droni aerei, anche in Italia si moltiplicano i progetti di nuovi robot per impiego in mare e nei laghi, come pure nei bacini idrici e nei grandi fiumi. Un mercato in rapida crescita, che vede già all’opera numerosi centri di ricerca, università e aziende specializzate.

I maggiori esperti italiani di questo settore si daranno appuntamento in occasione del “Sea Drone Tech Summit 2018”, il primo congresso in Italia promosso dall’associazione Ifimedia ed organizzato dalla società Mediarkè e dedicato ai droni e ai robot per impiego marino e subacqueo, che si svolgerà nei giorni 16 e 17 novembre prossimi a Gallipoli (Lecce).

“Sarà il primo evento italiano sui sea drone e sulle loro applicazioni e ci consentirà di fare il punto sullo sviluppo e sulle prospettive di questa nuova tecnologia in Italia”,  ha spiegato l’organizzatore Luciano Castro.

Il programma prevede una cerimonia inaugurale con la presenza di istituzioni locali e nazionali, a cui seguiranno tre sessioni: la prima sarà dedicata ai droni sottomarini, la seconda ai droni navali, mentre la terza ai droni aerei per impieghi marini. Parallelamente, si svolgeranno anche dimostrazioni operative dei vari mezzi in vasca e in mare.

Droni, arrivano in Italia i robot marini e subacquei