Draghi, BCE pronta a rafforzare o prolungare stimoli. Tapering in autunno

(Teleborsa) – Nell’area euro si conferma un “continuo rafforzamento” della crescita e dove i rischi sono ora “ampiamente bilanciati”. Così il Presidente della BCE, Mario Draghi, durante la conferenza post decisione sui tassi in Eurolandia.

Come atteso, la Banca Centrale Europea ha lasciato invariata la politica monetaria con il costo del denaro fermo a zero. I tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale restano dunque invariati rispettivamente allo 0%, allo 0,25% e al -0,40%.

Il Consiglio Direttivo stima che i tassi di interesse di riferimento della BCE restino su livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l’orizzonte degli acquisti netti di attività.

Quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, il board ha confermato l’intenzione di condurre gli acquisti netti di attività, all’attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o oltre se necessario. In ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione.

Mancano segnali convincenti su inflazione. Nonostante il miglioramento della ripresa economica – spiega Draghi – “l’inflazione dell’area euro stenta a risalire” a causa della “debolezza dei prezzi del petrolio” e “la BCE continua a non escludere l’ipotesi che in caso di peggioramento della situazione possa rendersi necessario prolungare o rafforzare gli stimoli monetari”.

Tapering in autunno. Il banchiere fa sapere che il Consiglio direttivo della BCE non ha ancora iniziato a discutere del tapering, la futura progressiva rimozione degli stimoli monetari che restano necessari, e ha concordato all’unanimità che non c’è una data precisa per discutere la questione. “Questo dovrebbe avvenire nel corso dell’atunno”, precisa Draghi.

Draghi, BCE pronta a rafforzare o prolungare stimoli. Tapering in ...