Dopo partenza negativa, accelerano le borse europee

(Teleborsa) – Gira in positivo la seduta finanziaria di Piazza Affari, registrando una delle migliori performance tra i listini azionari europei. Dopo un inizio di seduta in negativo o vicino alla parità, le borse europee stanno prendendo slancio, grazie ad alcuni risultati trimestrali positivi (come quelli della banca svizzera UBS) e alla smentita sulla scarsa efficacia del vaccino AstraZeneca sugli over-65.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,213. Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.852,5 dollari l’oncia. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 53,02 dollari per barile.

Lo Spread tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco si riduce, attestandosi a +120 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,63%.

Tra le principali Borse europee Francoforte avanza dell’1,35%, Londra avanza dello 0,49%, e si muove in territorio positivo Parigi, mostrando un incremento dello 0,87%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,66%, invertendo la tendenza rispetto alla serie di tre ribassi consecutivi, cominciata giovedì scorso; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 23.851 punti.

In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+1,03%); come pure, sale il FTSE Italia Star (+0,95%).

Immobiliare (+1,89%), viaggi e intrattenimento (+1,61%) e costruzioni (+1,18%) in buona luce sul listino milanese.

Il settore materie prime, con il suo -1,65%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Nexi, che vanta un incisivo incremento del 3,36%.

Denaro su Amplifon, che registra un rialzo dell’1,78%.

Bilancio decisamente positivo per Mediobanca, che vanta un progresso dell’1,75%.

Buona performance per Telecom Italia, che cresce dell’1,66%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su DiaSorin, che continua la seduta con -1,61%.

Soffre Prysmian, che evidenzia una perdita dell’1,29%.

Piccola perdita per Atlantia, che scambia con un -0,56%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Credem (+4,11%), Cattolica Assicurazioni (+2,91%), Autogrill (+2,87%) e Cerved Group (+2,78%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tinexta, che continua la seduta con -1,10%.

Preda dei venditori B.F, con un decremento dell’1,08%.

Tentenna Sesa, che cede lo 0,72%.

Sostanzialmente debole Zignago Vetro, che registra una flessione dello 0,59%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dopo partenza negativa, accelerano le borse europee