Dombrovskis: “Prima la manovra correttiva, poi il dialogo”

(Teleborsa) – Prima l’Italia sistemi i conti con una manovra correttiva, poi si può aprire al dialogo con le istituzioni europee per bloccare la procedura d’infrazione. È quanto dichiarato dal vicepresidente della Commissione UE Valdis Dombrovskis ai microfoni di SkyTg24.

È importante che l”Italia corregga la traiettoria fiscale, altrimenti ci sarà una procedura. Noi siamo aperti al dialogo, ma in questo caso è necessaria prima una correzione – ha spiegato – La strategia del Governo sugli stimoli fiscali per promuovere l’economia, non sta funzionando. Invece dello stimolo fiscale atteso, l’economia italiana è rallentata notevolmente e adesso l’Italia è il Paese che cresce più lentamente in Europa, solo allo 0,1%”.

Dombrovskis chiede poi l’assunzione della responsabilità all’attuale governo, viste le dichiarazioni del vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio che ha indicato nel precedente governo a guida PD il responsabile della procedura d’infrazione.

La procedura per deficit eccessivo riguarda quest’anno e il prossimo e quindi riflette le decisioni di questo Governo, come quella di aumentare il deficit di budget che ha portato conseguenze negative sull’economia italiana – ha aggiunto. Riguardo all’anno scorso, il Governo è cambiato a giugno, per cui la responsabilità è condivisa”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dombrovskis: “Prima la manovra correttiva, poi il dialogo”