Dombrovskis: nessuna proposta “bad bank” UE

(Teleborsa) – “Non abbiamo ricevuto una proposta, formale o informale, dalla BCE” su una ipotesi di bad bank europea per lo smaltimento dei crediti deteriorati delle banche, che ora rischiano una nuova impennata con l‘emergenza coronavirus.

Lo ha chiarito il Vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, interpellato sulle ricostruzioni di stampa dei giorni scorsi, secondo cui questa ipotesi sarebbe stata bloccata proprio dall’esecutivo comunitario.

Dombrovskis ha ribadito che la questione bad bank “è stata discussa diversi anni fa” e per parte sua la Commissione è intervenuta con un “blue print” su veicoli nazionali di gestione di questi asset. All’epoca “quando preparammo il pacchetto sugli Npl guardammo a questa vicenda di bad bank, ma il punto è che i prestiti nei Paesi membri sono prevalentemente emessi sulla base di normative nazionali e quindi vanno regolati in questo ambito – ha detto Dombrovskis – e per questo le autorità nazionali sono quelle meglio piazzate per applicare le leggi.

“Questo, ha concluso, da un certo punto di vista porta al dibattito più ampio sull’armonizzazione delle regole sulle insolvenze, ma finora abbiamo visto una limitata volontà dei Paesi di fare passi avanti”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dombrovskis: nessuna proposta “bad bank” UE