Domande di mobilità al via, ANIEF interviene dopo le dichiarazioni della Ministra Azzolina

(Teleborsa) – Al fine di tutelare i propri iscritti, in seguito all’ordinanza ministeriale n. 182 del 23 marzo 2020, Anief ha avviato un servizio di consulenza sulla mobilità e un’attività di formazione attraverso un fitto calendario di Webinar.

Dal 30 marzo al 6 aprile, – fa sapere Anief in una nota – diversi esperti relatori si alterneranno per illustrare le novità introdotte sui trasferimenti e passaggi di ruolo per il personale docente, educativo e Ata, dalle tabelle di valutazione alle precedenze, agli allegati, ai modelli di domanda. In particolare, alcuni dirigenti sindacali della segreteria nazionale Anief spiegheranno le vertenze legali promosse per ripristinare il diritto alla mobilità dei neo-immessi in ruolo da GRME e degli insegnanti di sostegno, al riconoscimento dei titoli culturali e di servizio, alle precedenze. Verrà, inoltre, affrontata anche la questione della mobilità per i docenti di religione cattolica. Dopo aver effettuato la prenotazione sarà possibile interagire in diretta nella chat per chiarimenti o dubbi.

“Nell’interesse di seguire da vicino, ancorché a distanza, le migliaia di insegnanti, così come il personale Ata ed educativo, che quest’anno presenteranno la domanda di mobilità per i trasferimenti e passaggi di ruolo, Anief – spiega a Teleborsa il presidente nazionale del sindacato, Marcello Pacifico – ha attivato un nuovo servizio di consulenza dove anche la videochiamata diventa essenziale per poter interloquire con il proprio sindacalista ed essere seguito nella compilazione della domanda”. Un tema definito da Pacifico “molto importante” in quanto “riguarda la vita professionale di migliaia di persone e la possibilità di potersi ricongiungere ai propri familiari”.

Nell’ambito di questo servizio è stato attivata – sottolinea Pacifico – all’interno del sito http://www.anief.org/mobilità, una sezione specifica che raccoglie tutte le informazioni utili: ordinanze, modelli, Faq, e contatti ai cui bisogna scrivere per prenotarsi, ad esempio, per una videochiamata. “Attraverso questo canale – continua il Presidente dell’Anief – sarà possibile fare una domanda assistita al fine di non commettere errori e poter ottenere, così, il proprio trasferimento. Tutto questo è stato accompagnato, contestualmente, da un’iniziativa che abbiamo chiamato la “Settimana formativa” con dei webinar tematici (uno al giorno dal lunedì al venerdì) che riguarderanno le diverse tematiche indicate nel calendario. Sono webinar brevi, iniziano alle 17, nei quali si parla anche dei ricorsi che l’Anief sta promuovendo. È quindi molto importante – ha concluso Pacifico – collegarsi per capire se nel proprio caso ci sono dei diritti lesi e come il sindacato può, attraverso delle specifiche vertenze, offrire una tutela”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Domande di mobilità al via, ANIEF interviene dopo le dichiarazioni de...