Dollaro in calo dopo parole Yellen a Jackson Hole

(Teleborsa) – Il biglietto verde annulla il rialzo nei confronti delle principali valute, euro e yen, dopo l’intervento del presidente della Fed, Janet Yellen, al simposio di Jackson Hole. 

In realtà la discesa del dollaro era già iniziata prima del discorso Fed. La valuta statunitense continua, infatti, a scontare la situazione di incertezza politica interna del presidente Donald Trump, che ha minacciato lo shutdown. 

A Jackson Hole, la chairwoman ha glissato decisamente la politica monetaria, focalizzando il discorso sulla storia della crisi e sull’operato delle autorità di regolamentazione. Le riforme decise dopo la crisi finanziaria “hanno aumentato la resistenza del sistema finanziario. Le banche sono più sicure” – ha affermato Yellen – difendendo la riforma di Wall Street e le altre misure decise dopo la crisi del 2008. “La capacità delle grandi banche di assorbire le perdite è maggiore. Gli stress test annuali hanno portato a un miglioramento delle posizioni di capitale e dei processi di gestione del rischio. Il sistema finanziario è più resistente e meglio preparato ad assorbire, invece che amplificare, choc avversi. Ma resta del lavoro da fare”. 

Sul mercato del forex, il cable eur/usd vale 1,1876 dollari e il cross usd/yen 109,20.

Dollaro in calo dopo parole Yellen a Jackson Hole
Dollaro in calo dopo parole Yellen a Jackson Hole