DocuSign, la trimestrale batte le attese

(Teleborsa) – Ribasso scomposto per Docusign, che esibisce una perdita secca del 6,94% sui valori precedenti.

L’azienda di San Francisco ha chiuso il quarto trimestre con una perdita in aumento da 47,4 milioni di dollari, pari a 26 centesimi per azione, a 72,4 milioni, (38 centesimi). Su base rettificata l’EPS è tuttavia salito a 37 centesimi da 12 superando i 22 centesimi del consensus. I ricavi sono in progresso da 258 a 410 milioni di dollari oltre i 408 milioni stimati dagli analisti.

La tendenza ad una settimana di Docusign è più fiacca rispetto all’andamento del Nasdaq 100. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Lo status tecnico di medio periodo di Docusign ribadisce la trendline negativa. Tuttavia, analizzando il grafico a breve termine, si evidenzia un andamento meno intenso della linea ribassista che potrebbe favorire uno sviluppo positivo della curva verso l’area di resistenza individuata a quota 215,1 USD. Eventuali spunti rialzisti supportano l’obiettivo del top a 224,2, mentre il primo supporto è stimato a 205,9.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

DocuSign, la trimestrale batte le attese