Dl Semplificazioni, Coldiretti: “Cade il segreto di Stato sui cibi importati”

(Teleborsa) – Sarà ora possibile conoscere la provenienza delle derrate alimentari importate dall’Italia, grazie ad una norma inserita nel Dl Semplificazioni e caldeggiata dalle associazioni degli agricoltori, che rende trasparente l’informativa sui flussi agro-alimentari.

Una notizia accolta molto positivamente dalla Coldiretti, associazione che rappresenta gli agricoltori italiani, che parla di un “risultato storico” raggiunto grazie alla battaglia della trasparenza che ha portato avanti sino ad oggi. Un provvedimento importante che si affianca all’etichettatura obbligatoria che è già in vigore in Italia per molti prodotti e che la Coldiretti chiede di estendere in ambito Ue a tutto l’agroalimentare.

Cade il segreto di Stato sui cibi stranieri che arrivano in Italia e sarà finalmente possibile conoscere il nome delle aziende che importano gli alimenti dall’estero, dai quali dipende ben l’84% degli allarmi sanitari scattati in Italia nel 2019″, commenta l’associazione.

Nel 2019 in Italia – ricorda Coldiretti – è scoppiato più di un allarme alimentare al giorno per un totale di ben 371 notifiche inviate all’Unione Europea tra le quali solo 58 (16%) hanno riguardato prodotti con origine nazionale, mentre 162 provenivano da altri Paesi dell’Unione Europea (43%) e 151 da Paesi extracomunitari (41%), secondo uno studio della Coldiretti sui dati del Rassf.

“Il decreto – spiega l’associazione – prevede che il Ministero della Salute renda disponibili, ogni sei mesi, attraverso la pubblicazione sul sito internet nella sezione “Amministrazione trasparente” tutti i dati relativi ad alimenti, mangimi e animali destinati al consumo in arrivo dalla Unione e dai Paesi extracomunitari. Inoltre, saranno resi noti anche i dati identificativi degli operatori che abbiano effettuato le operazioni di entrata, uscita e deposito dei suddetti prodotti”.

Per tutti i cittadini sarà dunque possibile accedere alle informazioni relative alla reale origine dei prodotti che portano in tavola. . “Una misura – conclude Coldiretti – finalizzata a distinguere il vero made in Italy e a garantire scelte di acquisto consapevoli”.

(Foto: Tibor Janosi Mozes / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Semplificazioni, Coldiretti: “Cade il segreto di Stato sui ci...