Dl Salva-conti, la Camera dà il via libera definitivo

Il Parlamento approva il DL Salva-conti: i soldi arrivano dal "congelamento" delle spese dei ministeri

(Teleborsa) – La Camera dei deputati ha dato il via libera definitivo al cosiddetto decreto “salva-conti”.

La norma contiene le misure urgenti per il miglioramento dei conti pubblici, concordate dal Primo Ministro Conte e dal Ministro per le Finanze Tria con la Commissione Europea. Grazie a questa mini-manovra l’Italia ha potuto evitare la manovra di infrazione per debito eccessivo.

Tra le varie misure proposte, il provvedimento include il “congelamento” di circa 1,5 miliardi di euro di spese dei Ministeri, in attesa di verificare i risparmi generati dall’incompleto utilizzo delle risorse destinate al Reddito di cittadinanza ed a Quota 100. Stando alle prime previsioni, infatti, il solo Reddito di cittadinanza dovrebbe costare un miliardo di euro in meno di quanto preventivato in manovra, permettendo così di trovare le risorse necessarie a ridurre in parte il deficit pubblico.

L’Aula ha dato l’ok definitivo con 277 voti a favore e 130 contrari, mentre gli astenuti sono 99. Il Senato aveva approvato lo stesso provvedimento contenente le misure urgenti in materia di miglioramento dei saldi di finanza pubblica il 18 luglio scorso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Salva-conti, la Camera dà il via libera definitivo