Dl fisco, accordo M5s-Lega in Consiglio dei Ministri: via condono tombale e scudo penale

(Teleborsa) – Crisi rientrata e sospiro di sollievo all’interno della maggioranza gialloverde. Via il condono tombale e lo scudo penale: il Consiglio dei Ministri, convocato d’urgenza dal Premier Conte per esaminare una seconda volta il decreto fiscale dopo che era scoppiato il “caso manina”, ha di fatto sancito la pace tra Movimento 5 Stelle e Lega, che si è allineata alle richieste del leader pentastellato e soci. L’accordo prevede lo stralcio del cosiddetto “scudo penale” e della questione dei capitali e beni all’estero.

“Abbiamo approvato il decreto fiscale nella sua stesura definitiva, abbiamo raggiunto un pieno accordo”, ha detto il premier Giuseppe Conte nella conferenza stampa convocata dopo la fine del consiglio dei ministri.

No a scudi di sorta all’estero“Dichiarazione integrativa riguarda il 30% in più di quanto già dichiarato con il tetto di 100mila per anno d’imposta: no a scudi di sorta all’estero”, ha specificato il premier che ha aggiunto: “Abbiamo anche valutato che tutto sommato poteva prestarsi a equivoci qualche causa di non punibilità, che avrebbe consentito di stimolare contribuenti ad aderire ma avrebbe dato un segnale di fraintendimento: quindi non ci sarà nessuna causa di non punibilità”.

Dl fisco, accordo M5s-Lega in Consiglio dei Ministri: via condono tomb...