Divieto oggetti di plastica monouso, accordo in Consiglio Ue

(Teleborsa) – Lo scorso 31 ottobre a Bruxelles, gli ambasciatori degli Stati membri hanno raggiunto una “posizione comune” in Consiglio Ue, sulla proposta di direttiva che imporrà il divieto di commercializzazione e uso degli oggetti di plastica usa e getta. Il 24 ottobre, anche la plenaria del Parlamento europeo aveva approvato a Strasburgo, a larghissima maggioranza (571 voti contro 53 e 34 astensioni) la sua posizione sulla proposta, che era stata varata dalla Commissione europea il 28 maggio scorso.

Le tre istituzioni potranno cominciare ora i negoziati (“trilogo”) per accordarsi sugli emendamenti in vista dell’approvazione definitiva della proposta.

La prima riunione si svolgerà già il 6 novembre. La direttiva vieterà o sottoporrà ad altre restrizioni i 10 prodotti di plastica monouso che rappresentano da soli il 70% dei rifiuti in mare, e per i quali esistono già alternative facilmente disponibili ed economicamente accessibili in altri materiali. In particolare saranno vietati: bastoncini cotonati, posate, piatti, cannucce, mescolatori per bevande e aste per palloncini. Tutti questi prodotti dovranno essere fabbricati esclusivamente con materiali alternativi sostenibili.

Divieto oggetti di plastica monouso, accordo in Consiglio Ue