Disco verde dell’UE al sostegno pubblico alle banche italiane

(Teleborsa) – La Commissione Europea ha autorizzato l’Italia ha usare garanzie pubbliche per creare un piano di liquidità di sostegno precauzionale alle nostre banche. Il piano, sarà attivato dal Governo in caso di eventuali turbolenze dei mercati. 

Un portavoce di Bruxelles non ha voluto rilasciare commenti sulle cifre, ma secondo il Wall Street Journal, si tratta di una garanzia statale su 150 miliardi di liquidità per un programma preventivo di supporto alle banche italiane, da attivare solo nel 2016.

Il sostegno è rivolto agli istituti solvibili e rientra nelle “regole sugli aiuti di Stato” approvate dal blocco UE nel caso di “crisi straordinarie”. 

L’UE ritiene che non ci sarà la necessità di usare questo programma, sottolineando che l’Italia ha chiesto alla Commissione di autorizzare un sostegno alla liquidità, per ragioni precauzionali. 

La decisione presa da Bruxelles, lascia pensare che i governi stiano iniziando a puntellare le banche sulla scia delle turbolenze dei mercati dopo la vittoria della Brexit al referendum britannico, la scorsa settimana.

Il voto della Gran Bretagna di lasciare l’UE, ha scatenato un forte sell-off sui titoli bancari, seguito da un’intensa volatilità, questa settimana. Ciò ha riacutizzato i problemi già esistenti nel settore bancario italiano.
Le banche italiane hanno perso più della metà della loro capitalizzazione di mercato, da inizio anno, sui timori degli investitori per la loro enorme esposizione verso i crediti inesigibili. Alcune banche italiane hanno visto le loro azioni scendere di circa il 75%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Disco verde dell’UE al sostegno pubblico alle banche italiane