Disastro ferroviario Puglia, Cantone ne fa un problema di corruzione – [VIDEO]

(Teleborsa) – Il disastro ferroviario in Puglia, che ha provocato la morte di 23 persone, è da ricollegare con la corruzione, che limita la possibilità di effettuare le infrastrutture in Italia. 

Lo ha denunciato oggi il presidente dell’Anticorruzione, Raffaele Cantone, in una audizione al Senato, cui ha presentato la Relazione annuale 2015 dell’authority.

Secondo Cantone, l’incidente è “probabilmente di un errore umano”, ma è anche una “conseguenza di un problema atavico del nostro Paese di mettere in campo infrastrutture adeguate”. Il Presidente dell’anticorruzione ne ha dato anche la ragione che è da “individuarsi nella corruzione”.

La tesi di Cantone è stata confermata anche dal procuratore di Trani, Francesco Giannella che, nel fare il punto delle indagini, ha affermato che parlare solo di un errore umano è riduttivo e che il lavoro di ammodernamento, i cui fondi sono stati stanziati nel 2009, avrebbe dovuto concludersi entro il 2015. In realtà questi lavoro non sono mai stati iniziati per “problemi burocratici”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Disastro ferroviario Puglia, Cantone ne fa un problema di corruzione &...