Dipendenti Auchan e Simply in piazza per protestare contro esuberi

(Teleborsa) – In piazza i lavoratori Auchan e Simply, per protestare contro gli oltre 3 mila esuberi previsti dal passaggio al marchio Conad, che qualche mese fa ha rilevato dal società francese in difficoltà per circa 1 miliardo di euro.

Un’operazione che, in base al nuovo piano stilato da Conad, avrà pesanti riflessi occupazionali – sono a rischio 3.100 dipendenti dei 6.500 impiegati in Lombardia – e sulla superficie di vendita per la quale è prevista una riduzione del 30-50%.

Oggi, lunedì 23 dicembre, incroceranno le braccia per 24 ore migliaia di dipendenti della rete francese per protestare contro Margherita Distribuzione e la gestione del passaggio della rete di vendita. Oltre a Milano, sono in agitazione anche gli oltre 700 lavoratori a rischio dei 4 ipermercati in Sardegna, con sit-in in programma a Cagliari, Olbia e Sassari, ed altre manifestazioni in Piemonte e sull’intero territorio nazionale.

“Più di 3mila esuberi, nessuna conferma sul destino delle sedi e della logistica, troppi lati bui di un piano industriale con tante criticità“, spiega la Filcams Cgil nel confermare lo sciopero. “Nelle dichiarazioni di Conad mancano i dettagli”, aggiunge Alessio DI Labio segretario nazionale Filcams Cgil.

Per la Filcams Cgil la salvaguardia occupazionale è la priorità, ma il sindacato denuncia che “nell’ultimo incontro davanti al Ministero dello Sviluppo Economico Conad ha confermato una posizione di chiusura“. “E’ indispensabile dare risposte concrete e di prospettiva e che Conad si prenda la responsabilità di questa grande operazione, se davvero, come dice il loro slogan: le persone vengono prima delle cose”, conclude Labio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dipendenti Auchan e Simply in piazza per protestare contro esuberi