Dijsselbloem, su Grecia”nessuna decisione oggi, tutto rimandato al 24 maggio”

(Teleborsa) – Occhi puntati, sull’Eurogruppo straordinario in cui i ministri delle finanze della Zona Euro si stanno confrontando sulle difficoltà economiche di Atene. La Grecia dal canto suo sembra aver fatto i compiti a casa dopo che ha messo a punto, tra le proteste dei cittadini una serie di misure di austerity su pensioni e fisco. 

“Con le riforme appena approvate dalla Grecia “siamo di fronte a una istituzione adempiente e potrebbero esserci quindi le condizione per un nuovo esborso di aiuti”. E’ quanto dichiarato da Jeroen Dijsselbloem, presidente dell’ Eurogruppo giungendo alla riunione straordinaria a Bruxelles.  Riguardo al punto chiave ossia, la richiesta di alleggerire il debito della Grecia, “ne discuteremo sicuramente ma non mi aspetto decisioni oggi. Servirà altro lavoro a livello tecnico e ci torneremo all’Eurogruppo formale del 24 maggio”, ha concluso Dijsselbloem.

Secondo il ministro delle Finanze francese, Michel Sapin, la Grecia ha dimostrato di aver fatto la sua parte ora l’Eurogruppo deve rispondere con decisioni che diano una prospettiva pluriennale a questi sforzi. A Sapin ha fatto eco, il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, che ha dichiarato che dall’Eurogruppo di oggi “è importante che arrivi un riconoscimento degli sforzi  compiuti dalla Grecia”. 

Anche il vice cancelliere della Germania Sigmar Gabriel si schiera a favore dell’alleggerimento del debito della Grecia.”Qualcosa va fatto”, ha affermato, Gabriel arrivando alla riunione dei Ministri delle finanze europei.

Conferma invece la linea dell’intransigenza, il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble,che è contrario a qualsiasi discussione sul debito senza un’analisi della sostenibilità del Paese. Fiducia, invece è stata espressa dal Ministro dell’economia italiano, Pier Carlo Padoan, che giungendo agli incontri a Bruxelles, ha dichiarato, all’Eurogruppo di oggi sulla Grecia “sicuramente ci saranno dei passi avanti. Mi sembra che il governo greco abbia fatto passi avanti, hanno approvato importanti misure, le valuteremo nel dettaglio. L’atteggiamento – ha spiegato – è quello di essere molto aperti anche su possibili operazioni relative al profilo del debito fermo restando cje che un haircut non è sul tavolo.

Dijsselbloem, su Grecia”nessuna decisione oggi, tutto rimandato ...