Digitalizzazione PMI, Gubitosi: “Principale ostacolo è scarsa consapevolezza di imprenditori”

(Teleborsa) – La digitalizzazione delle imprese non può essere vista come “un costo optional”, ma deve essere considerata un “investimento ad alto rendimento“. È quanto ha sottolineato oggi, intervenendo alla presentazione del Rapporto COTEC-BEI “The Digitalisation of SMEs in Italy”, il vicepresidente di Confindustria Luigi Gubitosi. Il manager ha inoltre sottolineato l’importanza che l’Italia si trasformi da fruitore di tecnologia prodotta altrove a produttore di tecnologie, anche se si sono accumulati anni di ritardo.

“Dobbiamo evitare di essere semplicemente gli utilizzatori di tecnologia. Dobbiamo essere anche dalla parte di chi sviluppa applicazioni, di chi ha una tecnologia in qualche modo autonoma – ha aggiunto Gubitosi – È ovvio che partiamo da anni di ritardo, quindi non è immaginabile avere la leadership in tutto e non si potrà fare a meno dei grandi player”. “Però – ha continuato il vicepresidente di Confindustria – contare su alternative e campioni tecnologici italiani ed europei vuol dire che si è più forti e consapevoli e le decisioni saranno decisioni autonome e non obbligate”. Su questo bisognerà “continuare a investire”.

Ancor più importante, però, secondo Gubitosi è il tema della “sensibilizzazione delle piccole e medie imprese sui benefici della tecnologia”. Il basso livello di digitalizzazione delle PMI italiane, inferiore a quello delle controparti europee, “ci fa pensare a come sia fondamentale ripensare agli investimenti delle PMI nella logica di digitalizzazione di questi business”, ha detto evidenziato il vicepresidente di Confindustria (e amministratore delegato di TIM).

“A oggi forse il principale ostacolo è la scarsa consapevolezza di alcuni imprenditori dei benefici che l’adozione di queste soluzioni tecnologiche comportano. Manca la consapevolezza del valore che la digitalizzazione può apportare all’organizzazione un aumento di produttività’, competitività ed efficienza – ha spiegato Gubitosi – Bisogna evitare di vedere la digitalizzazione come una spesa optional e non come un investimento ad alto rendimento”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Digitalizzazione PMI, Gubitosi: “Principale ostacolo è scarsa c...