Digital360, patto lock-up fra soci rappresentativi di oltre il 70% del capitale

(Teleborsa) – Digital360, società quotata sul mercato AIM Italia, annuncia di esser stata informata da un gruppo di soci della sottoscrizione di impegni di lock up,. Firmatari dell’accordo i soci Andrea Rangone, Mariano Corso, Alessandro Perego, Raffaello Balocco, Gabriele Faggioli, Carlo Mochi Sismondi, Umberto Bertelè, Paolo Catti, Isabella Gandini, Riccardo Mantero, Filippo Maria Renga e Andrea Mochi Sismondi, titolari complessivamente di 11.438.205 azioni ordinarie della società, pari al 70,35% del capitale sociale.

I soci in questione si sono impegnati a non effettuare trasferimenti delle proprie partecipazioni per tre anni decorrenti dalla data di sottoscrizione dell’accordo.

L’Accordo di Lock Up Soci prevede, inoltre, un diritto di prelazione in capo a ciascuno dei predetti soci in caso di trasferimento a terzi della partecipazione sindacata e un diritto di gradimento che prevede che almeno il 55% delle azioni sindacate manifesti il preventivo consenso a trasferimenti a terzi delle partecipazioni.

Digital360 comunica inoltre che tutti gli attuali dipendenti che avevano sottoscritto azioni ordinarie della Società in occasione della quotazione, avvenuta nel giugno 2017, hanno rinnovato il proprio impegno a non effettuare trasferimenti della partecipazione acquisita in tale sede per ulteriori tre anni decorrenti dalla data di sottoscrizione dell’’Accordo di Lock Up Dipendenti, che ha per oggetto 330.000 azioni, pari al 2,03% del capitale sociale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Digital360, patto lock-up fra soci rappresentativi di oltre il 70% del...