Dieselgate, non è solo Volkswagen la pietra dello scandalo

(Teleborsa) – Lo scandalo dieselgate che ha investito Volkswagen non risparmia altri importanti marchi automobilistici. 

E’ l’allarme lanciato dalla motorizzazione tedesca (Kba) che afferma: “Non solo Volkswagen sfora i limiti alle emissioni di NOx”. Secondo l’ente tedesco, infatti, i test in corso su 50 modelli tedeschi e stranieri mostrerebbero in parte “valori elevati di ossidi di azoto”.

La Kba non ha fornito ulteriori dettagli né ha rilasciato i nomi dei marchi delle case automobilistiche, ma si è limitata a dire che “sulla base di dati grezzi sono stati accertati valori in parte elevati degli ossidi di azoto in condizioni di guida e di percorso diverse. Tali dati sono oggetto di discussione con i costruttori interessati e le autorità di omologazione. Solo in seguito potranno aversi dati giuridicamente affidabili”.

La settimana scorsa, il gruppo di Wolfsburg ha rivelato di aver riscontrato “incoerenze” su 800 mila veicoli, oltre a quelli già coinvolti nel dieselgate.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieselgate, non è solo Volkswagen la pietra dello scandalo